Bio & Details

BIO & DETAILS




"Sull'orlo del baratro ha capito la cosa più importante." miagolò Zorba.
"Ah sì? E cosa ha capito?" chiese l'umano.
"Che vola solo chi osa farlo." miagolò Zorba.
(Luis Sepulveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare)

Chi diavolo è questo Neeks? Beh, ora ve lo dico.

Neeks Ayzawa, nato a Bologna il 10 gennaio 1998, fiero capricorno e fiero bolognese.
Altezza, questa sconosciuta. Miopia, questa fin troppo conosciuta.
Gli piace recitare a teatro, scrivere e disegnare, ma sopratutto leggere. Le sue statistiche di lettura lo rendono incredibilmente fiero di sé.
Parole preferite: "tipo" una parola che metto tipo ovunque, "random", un'altra parola che metto sempre a random perché ci sta, "disagio" perché la mia vita ne è piena, quindi tanto vale esternarlo e "fregacazzi", estremamente ricca di pathos e che è più o meno la mia risposta media alla vita.
Amo ascoltare musica. Tenetemi nel silenzio per tre ore consecutive e inizierò a strippare malissimo, ve lo assicuro.
Genere preferito: Epic Music (ops).
Tendenzialmente bilingue, odio profondamente il doppiaggio. Non quello italiano in particolare, ma il doppiaggio in sé. Tipo NO. Tipo, tenete la lingua originale. Ovviamente amo leggere in inglese, se non si fosse capito.
Sono un telefilm addicted con un sacco di serie all'attivo. Le preferite? Sense8, Hannibal, True Detective (ma solo la prima stagione, eh!) e In The Flesh.
Film preferito: Cloud Atlas. (E l'ossessione per i fratello Wachowskis colpisce ancora, AHEM.)
L'ossessione per costoro è quasi pari con la mia ossessione per la MARVEL. (La DC comics per me non esiste. C'è solo la MARVEL.)
Con gli X-men faccio un pò di fatica perché la loro linea narrativa praticamente non esiste. Non ci capisco nulla. Con Avengers o i Guardiani della Galassia o che ne so io invece è un altra storia.
Personaggi preferiti: Loki e Bucky Barnes, OVVIAMENTE.
Odio le storie carine e fluffose, in genere. I miei generi sono più trip mentali, gente che si picchia a sangue, squartamenti, trame intricate e suspance.
Manga preferito: Claymore. Che è tipo la combo delle cose che ho appena elencato.
Non sono quel tipo di shipper che shippa gente a caso senza apparente motivo, ma toccate le mie OTP e siete morti <3 .
Sono in tantissimi fandom. Fandom che forse nemmeno sospettate. Non sottovalutatemi.
Mal che vada mi trovare nel salone comune dei Serpeverde, ad imparare a controllare le mie Eredità e a fare un sacco di altre cose.
Il 25 giungo 2016 Neeks fa ufficialmente coming out come transgender FtM, alla veneranda età di diciotto anni e mezzo, e una vita di #mai una gioia e crolli nervosi.



Anche in mezzo ad una folla, gli spiriti affini riescono a comunicare.
si riconoscono tra la folla per qualcosa di familiare, di intimi, che ognuno dei due ritrova nell'altro.
(Banana Yoshimoto, Lucertola)

Nomi che sentirete di frequente sul mio blog,  o in alternativa “Guida per sapere di chi diavolo Neeks sta parlando”:

Christopher, il mio fedele (non è vero) computer, al quale non ho ancora perdonato di avermi impostato Google in arabo per mesi interi. Si comporta bene solo quando minaccio di defenestrarlo. Nome dato in omaggio di Alan Turing e dal film tratto su di lui, The Imitation Game.
Bestemmi8, il mio (decisamente più) fedele eReader, un piccolo e coccoloso Kobo Mini. Quando dico “ho letto su Bestemmi8” significa che è un libro che ho letto in digitale. Per sapere da dove viene il nome vi basti sapere che a mio fratello e a me piace Star Wars e abbiamo guardato in loop per tipo due settimane il trailer dell’episodio VII ridoppiato da ILRidoppiatore e che il nome è venuto da sé.
Giuseppe Romeo, meglio noto come Jay il mio collaboratore di fiducia, il mio socio. O almeno è quello che pubblicamente dico di lui. Ma in fondo lui sa che gli si vuole bene. Questo tizio nel giro di due settimane e mezzo aveva scalato la classifica ed era diventato il mio nuovo migliore amico. Fate Vobis. (Questo è anche l’uomo che regolarmente mi costringe a seppellire dizionari per via degli errori di grammatica atroci che trovo nei suoi racconti. Amen alla grammatica.)

[Conosciuto anche per essere colui che ha chiuso il proprio blog e ha pensato bene di non dirmelo sperando che non venissi mai a scoprirlo. Illuso.]
Mr. Golds, collaboratore di fiducia numero due, il tizio che mi impezza ogni santa settimana chiedendomi se sono in pari con le serie TV. 99 volte su 100 la risposta è no, seguita subito dopo da un’invettiva stile Dante Alighieri contro il quantitativo di compiti da fare o verifiche per le quali studiare, o una minaccia alla sua persona (quella di Mr. Golds, non quella di Dante, eh!) se non la pianta di farmi le stesse domande tutte le settimane, oppure, se sono particolarmente stressato, entrambe le cose.






[GLI AGGIORNAMENTI SULLA MIA TRANSIZIONE SARANNO POSTATI NELLA SEZIONE CUPCAKES]